Per non dimenticare Adamo Bove

Perche’ questo blog?

Questo spazio nasce in maniera spontanea per essere un faro acceso nella triste vicenda del suicidio anomalo di Adamo Bove, perche il caso non venga archiviato in tutta fretta, ma al contrario si faccia piena luce.

Chi era Adamo Bove ?

Responsabile della Funzione Security Governance di Telecom Italia

Anni 40, laureato in Giurisprudenza presso all’Università La Sapienza di Roma.Responsabile della Funzione Security Governance, nell’ambito dell’Unità di Servizio Security.Dal marzo 2000 al febbraio 2006 è stato Responsabile Security TIM – Telecom Italia Mobile S.p.A.Dal gennaio 2003 è anche Responsabile Funzione Coordinamento Internazionale Security del Gruppo Telecom Italia.Da novembre 1998 a febbraio 2000 lavora nella Direzione Generale di Telecom Italia con incarichi di Security Management a livello nazionale.Fino all’ottobre 1998 Funzionario della Polizia di Stato (Commissario Capo).Dal 1995 al 1998 ha svolto la sua carriera nelle Forze dell’ordine.

 

Ancora un caso simile e’ quello del suicidio di Costas Tsalikidis, responsabile della sicurezza della Vodafone in Grecia,rinvenuto impiccato nella doccia di casa. La divisione della Vodafone Grecia era stata coinvolta in una storia di intercettazioni di telefoni GSM a danno di politici greci.

 

Un amica lo ricorda cosi’:

“ Adamo Bove era un mio caro amico, era stato testimone alle mie nozze e con la sua fidanzata, poi moglie, mi è stato vicino in momenti difficili. E con lui ho anche festeggiato qualche compleanno, essendo nati nello stesso giorno. Purtroppo per le rispettive vicende di vita era da qualche anno che non ci vedevamo, ma posso testimoniare che si
trattava di un uomo eccezionale. Era onesto, coraggioso e capace di affrontare con calma e lucidità situazioni complesse.
Di chiunque potrei credere che avesse potuto suicidarsi, ma non riesco a credere che possa averlo fatto lui. Mi chiedo come mai un uomo che dal liceo ha la stessa donna (ed io so quanto le era legato), non le lascia un biglietto… mi chiedo come un uomo così preciso possa non aver avuto addosso i suoi documenti…mi chiedo come mai un uomo abituato ad utilizzare le armi (era sempre armato quando si usciva insieme) si uccida buttandosi da un ponte…e non solo, mi chiedo come un uomo così attento agli altri possa essersi buttato su una strada rischiando di provocare un incidente.

Io l’ho conosciuto come uomo intelligente, generoso, straordinariamente
attento e coraggioso. Un uomo come pochi ed al quale ho voluto bene.
Riposi in pace”.
F. B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: